Unità Clinica

Urologia

Ricoveri e attività ambulatoriali

Presso l’Unità operativa di Urologia dell’Istituto Clinico Sant’Ambrogio vengono quotidianamente trattate, con le migliori tecnologie d'avanguardia, tutte le patologie urologiche e andrologiche. Attraverso l’utilizzo di tecnologie di endoscopia, laparoscopia o mediante tecniche di laparotomia mininvasiva, vengono trattate:

  • patologia urologica oncologica (prostata, rene, vie urinarie, vescica, testicolo e pene),
  • l’ipertrofia prostatica
  • calcolosi urinaria
  • urologia ginecologica.

L’attività ambulatoriale

Accanto all’attività di ricovero l’Unità Operativa di Urologia affianca l’attività ambulatoriale. La visita urologica, ha come obiettivo quello di diagnosticare, escludere o monitorare un disturbo di carattere urologico, tra cui:

  • incontinenza;
  • calcolosi delle vie urinarie;
  • disturbi legati alle funzioni sessuali;
  • neoplasie;
  • infezioni urogenitali maschili e femminili.

La visita, nella maggior parte dei casi, si avvale dell’ausilio dell’ecografo e del flussometro in modo tale da consentire una diagnosi più completa e veloce. Nel caso della donna, la visita urologica assomiglia a una visita ginecologica, e anch’essa è supportata dall’esecuzione di ecografia ed eventuale flussometria.

Ambulatorialmente, vengono inoltre eseguite le seguenti prestazioni: uretrocistoscopie con strumento flessibile e biopsie prostatiche ecoguidate.

4153

Interventi/prestazioni all’anno (ambulatoriali)

3094

Pazienti seguiti all’anno (ambulatoriali)

206

Ricoveri/dimessi

Trattamenti di eccellenza

Trattamento calcolosi urinaria

Un interesse particolare è dedicato alla calcolosi urinaria per cui l’Unità operativa, da tanti anni, segue il perfezionamento delle tecniche endoscopiche per la frantumazione dei calcoli di uretere, pelvi e calici renali. Gli strumenti utilizzati, ureterorenoscopi rigidi o flessibili, possono percorrere tutta la via urinaria per via retrograda, dall’uretra ai calici renali, trasportando l’energia per frantumare i calcoli (laser ad olmio) e favorirne l’asportazione incruenta.

Trattamento incontinenza maschile post operatoria

Per l’incontinenza urinaria maschile post operatoria (in seguito a interventi prostatici), è stato sviluppata, tra le prime strutture in Italia, una tecnica che consiste nel sospendere l’uretra con un dispositivo chiamato “AdVance”, dal perineo attraverso il forame otturatorio. Tutto questo con un’alta percentuale di riduzione dell’incontinenza.

Trattamento Ipertrofia prostatica benigna e adenoma prostatico

Altro campo di interesse riguarda il trattamento dell’ipertrofia prostatica benigna per la quale, negli anni, l’équipe di Urologia ha sperimentato numerose energie per l’eliminazione dell’adenoma prostatico: il laser ad olmio, il green laser, il laser al tullio e la corrente mono e bipolare. L’adenoma, alla fine, viene rimosso completamente per via endoscopica, nella maniera più esangue, rapida e definitiva possibile.

La pluriennale esperienza degli specialisti consente di rimuovere neoformazioni, anche di grosso volume, in endoscopia, quando indicato, per il tumore alla vescica.

Staff

  • Dott. Maurizio Cremona - responsabile
  • Dott.ssa Beatrice Costa
  • Dott. Alberto Gritti

Info e numeri utili

CUP - Centro Unico Prenotazioni

Telefono: 02 331271