Aggiornamenti servizi e prestazioni dell'Istituto Clinico Beato Matteo

*(pagina aggiornata il 5 agosto 2021)

Informiamo gli utenti dell’Istituto Clinico Beato Matteo che, nel rispetto delle misure per contenere l’infezione da Coronavirus, l'attività ambulatoriale dell'Istituto riprende regolarmente con alcune variazioni.

Accesso alla struttura

Si invitano gli utenti a presentarsi, muniti di mascherina, 30 minuti prima dell’esame o della visita per evitare affollamenti nelle sale di attesa.

Come da Ordinanza del Ministro della Salute del 22 giugno 2021 dal titolo “Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 in «zona bianca»” (GU Serie Generale n.148 del 23-06-2021), in tutte le aree all’aperto delle nostre strutture sanitarie persiste l’obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie.

Pertanto invitiamo i pazienti a indossare la mascherina anche in tutti i nostri spazi all’aperto.

Attività ambulatoriale

Tutte le attività ambulatoriali sono regolarmente attive

Attività di pre-ricovero e chirurgiche

Tutte le attività di pre-ricovero e chirurgiche riprendono regolarmente.

Reparti

Le attività di reparto nel dipartimento chirurgico e in quello medico sono regolarmente attive.

Servizio Prelievi

Il servizio prelievi è regolarmente attivo da lunedì a venerdì dalle ore 7.30 alle 9.00. 

Visite ai degenti

Attualmente non sono consentite le visite ai pazienti fino a nuova disposizione.

Regole di accesso per gli accompagnatori

In riferimento all’art.2-bis del DL 22/4/21 N.52 “Misure concernenti gli accessi nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie” in vigore dal 23 luglio 2021 e nel rispetto delle indicazioni della direzione sanitaria della struttura, è consentito l’accesso presso le sale di attesa e le aree comuni non sanitarie dell'ospedale:

  • agli accompagnatori dei pazienti NON affetti da COVID-19, muniti di Green Pass;
  • agli accompagnatori dei pazienti in possesso del riconoscimento di disabilità.

Agli accompagnatori dei pazienti in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità, è consentito prestare assistenza non sanitaria, nel rispetto delle indicazioni della direzione sanitaria della struttura, anche:

  • nelle sale di attesa dei dipartimenti d'emergenza;
  • presso l’accettazione;
  • nei reparti di pronto soccorso;
  • nei reparti delle strutture ospedaliere. 

Inoltre, al fine di favorire l’accesso e agevolare l‘eventuale degenza nella struttura di particolari categorie di pazienti, nel rispetto delle regole disposte dalla direzione sanitaria, potranno prestare assistenza non sanitaria nelle aree Covid free anche:

  • un accompagnatore di paziente minore;
  • un accompagnatore di donna in gravidanza anche nella fase di travaglio e nel post-partum;
  • un accompagnatore/caregiver/badante di utente/paziente con definite condizioni cliniche o socio-assistenziali di particolare impegno (esempio: paziente in fine vita, grande anziano, presenza di barriere linguistiche, ecc.), che devono effettuare prestazioni ambulatoriali (incluso il Pronto Soccorso) o destinati a ricoveri (ordinari o a ciclo diurno) e che necessitano di assistenza non sanitaria.  

Quando le necessità di assistenza richiedano una presenza continuativa o prolungata dell'accompagnatore, l'accesso delle categorie di cui sopra può avvenire solo in presenza di green pass.

 

Gli accessi dei visitatori nelle aree covid sono di norma non ammessi.

La direzione sanitaria della struttura adotterà tutte le misure necessarie a prevenire possibili trasmissioni di infezione.

Pronto Soccorso 

Il pronto soccorso è regolarmente attivo.

Prenotazioni visite ed Esami 

A causa dell’attuale situazione sanitaria, allo scopo di ridurre al minimo l’affollamento delle sale di attesa, si consiglia la prenotazione telefonica  o online (clicca qui per accedere alla pagina prenotazione) o MOSA web.

Telefono: 0381 3011 (tasto 1 SSN, tasto 6 SOLVENTI)

Attenzione: ricette mediche per riprenotazione

Si informano i gentili utenti che per riprogrammare le visite e le prestazioni sospese per l’emergenza coronavirus presso l’Istituto Clinico Beato Matteo non è necessaria una nuova ricetta.

Le ricette relative alle prestazioni non erogate e fatte oggetto di sospensione per  coronavirus mantengono la loro validità e possono essere utilizzate per riprogrammare i nuovi appuntamenti, come disposto dal DGR 3115/2020.