GSD esporta la sanità made in Italy

Il Presidente del Gruppo ospedaliero San Donato, Paolo Rotelli, è stato intervistato da L’Economia, inserto settimanale del Corriere della Sera dedicato al mondo dell’economia, della finanza e delle aziende, in merito all’espansione del Gruppo sui mercati esteri, in particolare in Medio Oriente.

Nella convinzione che anche il made in Italy delle cure mediche si possa esportare, il Gruppo nel 2017 ha aperto una sede a Dubai e l’estate scorsa ha siglato un accordo con BRS Ventures Investment Ltd, capofila di Nmc Healthcare, il più grande gruppo ospedaliero degli Emirati Arabi Uniti, promuovendo corsi di formazione per i medici locali. In programma c’è anche il consolidamento dei rapporti con la Russia per intercettare il flusso di russi che scelgono di curarsi all’estero, soprattutto in Germania. Oltre al tema dell’internazionalizzazione, il Presidente Rotelli nell’intervista ha tracciato le altre sfide del GSD: i grandi cantieri dei nuovi ospedali a Milano, il riassetto manageriale e una possibile apertura del capitale a fondi istituzionali.

X