Sospetto Helicobacter Pylori? La risposta è nel Breath Test

PUBBLICATO IL 06 SETTEMBRE 2019

L'Helicobacter pylori (Hp) è un batterio che colonizza l'epitelio gastrico. Si stima che in Italia la prevalenza di infezione nella popolazione adulta sia intorno al 58% e che, nella maggior parte dei casi, sia asintomatico.

“Tuttavia - spiega il dott. Eugenio Lo Gullo dell’ambulatorio Breath test per l’Helicobacter pylori all’Istituto di Cura Villa Aprica - rimane la prima causa di dispepsia ulcerosa. Al contrario, il ruolo dell'Hp nella dispepsia non ulcerosa così come pure nella malattia da reflusso gastroesofageo rimane incerto e, nella maggior parte dei pazienti, l'eradicazione dell'infezione non si associa a un miglioramento dei sintomi. L’esame va prescritto dal proprio medico curante qualora ci sia la necessità: si sospende ogni tipo di terapia antibiotica e occorre non assumere farmaci Anti H2 o inibitori della pompa protonica da almeno 2 settimane. Occorre non fumare da almeno 6 ore prima dell’esame e presentarsi a digiuno. Il paziente viene invitato a bere una soluzione contenente urea marcata con un isotopo del carbonio che viene scissa dall’ureasi nello stomaco con produzione di CO2 che si ritrova dopo mezz’ora nell’espirato. Il paziente deve poi soffiare all’interno di una cannuccia”. “Il test - conclude - confermerà la presenza o meno dell’HP, per il quale si provvederà a prescrivere la terapia eradicante”.

  • Cura e Prevenzione