Gambe gonfie in estate: i consigli del chirurgo vascolare

PUBBLICATO IL 11 GIUGNO 2021

Gambe pesanti, dolenti e gonfie? Nel periodo estivo sono molte le donne che accusano questi sintomi e purtroppo, troppo spesso vengono trascurati.

Tra i fattori scatenanti, le temperature elevate, la sedentarietà, indumenti troppo stretti, ma a volte in aggiunta a questi vi sono dei veri e propri difetti di circolazione a carico del sistema venoso e linfatico.

Ecco perché per avere delle gambe belle e in salute, è bene rivolgersi a uno specialista in chirurgia vascolare che possa valutare il quadro clinico nella sua interezza e indicare i giusti rimedi.

Ne parliamo con la dott.ssa Alessia Dossena, Responsabile della Vein & Derma Clinic, dell'Istituto di Cura Città di Pavia, chirurgo Vascolare ed esperta in medicina estetica.

 

Le cause delle gambe gonfie in estate

Da cosa dipendono la sensazione di pesantezza e il gonfiore alle gambe che aumentano con il caldo?  “Se la circolazione venosa è virtuosa - risponde la Dottoressa Dossena - il sangue venoso ‘sporco’ viene condotto dai piedi verso il cuore, per poi essere spinto nel circolo polmonare a riossigenarsi.

Se non funzionano le valvole presenti nelle vene, che hanno il compito di impedire al sangue venoso di defluire in senso ‘contrario’ a quello naturale, allora avremo una ‘inversione di flusso’ nel sistema venoso degli arti inferiori.

In tal caso il sangue defluirà dall’alto verso il basso con:

  • aumento di pressione nelle vene degli arti inferiori;
  • ristagno di liquidi a livello di piedi, caviglie e gambe accompagnato da gonfiore e senso di pesantezza.

Con l’andare del tempo se non viene curata, la patologia tende a peggiorare con comparsa di dilatazioni venose e a carico dei capillari.

Talora anche la circolazione linfatica può essere deficitaria, detta anche ‘terza circolazione’, e durante la stagione calda ciò può tradursi in un inefficiente drenaggio dei liquidi in eccesso a carico degli arti inferiori.”.

 

Cosa fare in caso di problemi di circolazione alle gambe?

“Sottoporsi a una visita vascolare ed eventualmente ad un ecocolordoppler può essere utile per studiare più in profondità il problema.

A volte la pesantezza alle gambe o la famigerata ‘pelle a buccia d’arancia’ possono essere solo la punta di un iceberg, esiti di una patologia più seria da affrontare con una terapia adeguata.

Da qui l’importanza di rivolgersi sempre a centri qualificati, dove professionisti possano fare diagnosi correttamente” sottolinea la dottoressa.

 

Massaggi, farmaci e integratori per migliorare la circolazione

La dott.ssa Dossena dà una serie di indicazioni per migliorare la circolazione delle gambe, dai massaggi agli integratori o farmaci. Tra questi:

  • la ‘ginnastica vascolare’ veno-linfatica: massaggi linfodrenanti;
  • l’assunzione di fitoterapici per bocca o l’uso di creme che agiscono sul microcircolo favorendo gli scambi gassosi e migliorando il drenaggio. Tra i più efficaci:
    •  la vite rossa;
    •  il gambo d’ananas;
    •  l’ippocastano;
    •  i mirtilli;
    •  la centella asiatica;
    •  il rusco;
    •  il ginko biloba.
  • il ricorso a farmaci specifici per aiutare a drenare e migliorare la compattezza della pelle: mesoglicano, sulodexide, diosmina, troxerutina, caffeina, fosfatidilcolina, solo per citarne alcuni.

 

I trattamenti specifici

Laddove questi interventi si rivelassero insufficienti, ci possono venire in aiuto alcuni trattamenti specifici, disponibili al Vein & Derma Clinic di Pavia, tra cui:

Inoltre, esistono trattamenti mirati per combattere questa patologia. Il paziente, sempre sotto attento controllo medico, potrà infatti godere dei benefici di sofisticate apparecchiature elettromedicali quali la Crioadipolisi e la Radiofrequenza associata ad Ultrasuoni.

 

I rimedi ‘fai da te’ contro le gambe pesanti e gonfie

Per migliorare la circolazione e accusare meno il senso di pesantezza alle gambe puoi seguire alcune semplici indicazioni, buone norme di comportamento che alla lunga possono fare la differenza:  

  • bere durante la giornata acqua o tisane per essere sempre idratati;
  • evitare cibi troppo salati;
  • non indossare pantaloni troppo stretti;
  • non indossare tacchi troppo alti per lunghe ore, né scarpe rasoterra;
  • fare doccette di acqua calda alternata a fredda come ginnastica vascolare;
  • utilizzare creme ad azione rinfrescante, riposante e drenante;
  • posizionare un rialzo ai piedi del letto per favorire il ritorno venoso durante la notte.

 

Gli esercizi

Accanto ai rimedi, ci sono anche degli esercizi che si possono fare per ridurre e prevenire la sensazione di gonfiore o di pesantezza alla gambe:

  • camminare almeno mezz’ora al giorno, nelle ore meno calde: camminare a passo regolare per almeno 30 minuti riattiva la circolazione e favorisce la pompa plantare che assicura il giusto ritorno linfatico e venoso verso il cuore.
  • “camminare” sul muro: a fine giornata sdraiati a terra o sul letto e a piedi nudi, appoggiare le gambe sul muro, formando un angolo di 90°: camminare sulla parete, dall’alto verso il basso. Terminare l’esercizio con le gambe appoggiate al muro per 10 minuti.

 

 

 

Cura e Prevenzione