Colpo di Frusta – Sintomi

PUBBLICATO IL 17 SETTEMBRE 2019

Subire un tamponamento provoca in chi si trova nell’abitacolo una scossa improvvisa che fa rovesciare indietro la testa per poi riportarla in avanti con altrettanta violenza. Affrontiamo l’argomento con il dott. Paolo Gaetani, neurochirurgo, Responsabile della U.O. di Chirurgia Vertebrale dell’Istituto di Cura Città di Pavia.
Il colpo di frusta – spiega il dott. Paolo Gaetani, - è un movimento violento e non controllato del collo dovuto alla repentina estensione e flessione del tratto cervicale della colonna vertebrale. In genere accade in occasione di un incidente automobilistico, ma non solo.  Si tratta, nella precisione, di due movimenti forzati innaturali del collo, l’iperestensione e l’iperflessione, che comportano stiramenti e contusioni muscolari che si manifestano con cervicalgia, dolore e rigidità.

I sintomi
Nei giorni seguenti al trauma possono comparire vertigini, nausea, formicolii che si diramano lungo gli arti superiori, fino alle mani, acufeni e a volte anche problemi visivi. Molto spesso accade che i sintomi del colpo di frusta si verifichino tardivamente, dopo anni dall’accaduto e pertanto non sono sempre di cosi facile lettura. Pensiamo ad esempio al tipico nodo alla gola o alla difficoltà nella deglutizione: possono essere conseguenza dell’alterata meccanica cervicale in seguito ad un lontano trauma.  La natura e la gravità del colpo di frusta variano da situazione a situazione: bisogna, infatti, tenere in considerazione molti fattori come l’età, le condizioni di salute precedenti all’evento traumatico e la dinamica dell’incidente.

  • Cura e Prevenzione