Perché viene il singhiozzo come farlo passare?

PUBBLICATO IL 25 AGOSTO 2018

A volte il corpo fa delle cose strane, in alcuni casi anche imbarazzanti, contro la nostra stessa volontà. Il singhiozzo, le orecchie che fischiano, lo starnuto, il sangue dal naso ma non solo: segnali che ognuno di noi conosce ma che la maggior parte delle persone non sanno decifrare. Abbiamo chiesto al Dott. Johnny Cappiello, Responsabile dell’U.O. di Otorinolaringoiatria dell’Istituto Clinico S.Anna, di aiutare a spiegarceli. “Il singhiozzo, ci ha detto il Dott. Cappiello, è una contrazione ritmica e involontaria del diaframma, il muscolo che separa il torace dall’addome e che svolge una funzione fondamentale per la respirazione. Il caratteristico suono ‘hic’ è dovuto alla momentanea chiusura delle corde vocali”. Ma a cosa è dovuto? “Si tratta di un sintomo per lo più innocuo e banale. Può essere favorito da un pasto abbondante, dall’ingestione di aria quando si bevono bibite gassate, da un movimento inusuale del corpo, da abuso di alcol o da una risata fragorosa”. Come farlo passare? “Trattenendo il respiro per 20 secondi o bevendo piccoli sorsi d’acqua con il naso tappato guardando in alto. Se dovesse durare più di 24 ore è opportuno farsi vedere dal proprio medico”.

  • Cura e Prevenzione