Cosa fare quando le orecchie si tappano in volo?

PUBBLICATO IL 21 MAGGIO 2019

Pur essendo un disturbo lieve e transitorio è comunque piuttosto fastidioso, soprattutto perché può minare l’inzio di una vacanza. Fortunatamente, però, ci sono alcuni accorgimenti che possono prevenire il disturbo.
Deglutire spesso, per esempio, soprattutto in fase di inizio e fine del viaggio aereo, può essere d’aiuto magari ricorrendo ad una caramella dura o ad un chewing gum da masticare.
Utile può essere anche evitare di addormentarsi prima del decollo e dell’atterraggio per mantenere attiva la deglutizione.
Un altro suggerimento utile è stapparsi le orecchie chiudendo le narici e soffiando fino a sentire un “pop” nelle orecchie o anche sbadigliare perché contribuisce ad aprire la tuba di Eustacchio.
“Un altro rimedio efficace, soprattutto nei casi con difficoltà accertate di compensazione e qualora vi sia una flogosi nasale (anche un semplice raffreddore) - ci ha raccontato il Dott. Johnny Cappiello, Responsabile dell’U.O. di Otorinolaringoiatria dell’Istituto Clinico S. Anna - è quello di usare un decongestionante nasale con vasocostrittore (sono semplici farmaci da banco) durante il volo e prima che avvenga l’abbassamento di quota in previsione dell’atterraggio, al fine di decongestionare il naso e le tube favorendo la compensazione”.

  • Cura e Prevenzione