Variazioni servizi e accessi dell'Istituto Clinico S.Ambrogio e Palazzo della Salute

*(pagina aggiornata il 5 agosto 2021)

Accesso alla struttura e ripresa attività assistenziali

Informiamo gli utenti dell’Istituto Clinico Sant’Ambrogio che, a seguito delle disposizioni ministeriali e della delibera regionale (Deliberazione XI/3115 del 7 maggio 2020), l’Istituto ha avviato una graduale ripresa delle attività assistenziali sospese in fase di emergenza COVID-19.

In considerazione dell’attuale situazione epidemiologica, è necessario che nello svolgimento dell’attività venga garantito il rispetto di alcune indicazioni:

Come da Ordinanza del Ministro della Salute del 22 giugno 2021 dal titolo “Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 in «zona bianca»” (GU Serie Generale n.148 del 23-06-2021), in tutte le aree all’aperto delle nostre strutture sanitarie persiste l’obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie.

Pertanto invitiamo i pazienti a indossare la mascherina anche in tutti i nostri spazi all’aperto.

Regole di accesso per gli accompagnatori

In riferimento all’art.2-bis del DL 22/4/21 N.52 “Misure concernenti gli accessi nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie” in vigore dal 23 luglio 2021 e nel rispetto delle indicazioni della direzione sanitaria della struttura, è consentito l’accesso presso le sale di attesa e le aree comuni non sanitarie dell'ospedale:

  • agli accompagnatori dei pazienti NON affetti da COVID-19, muniti di Green Pass;
  • agli accompagnatori dei pazienti in possesso del riconoscimento di disabilità.

Agli accompagnatori dei pazienti in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità, è consentito prestare assistenza non sanitaria, nel rispetto delle indicazioni della direzione sanitaria della struttura, anche:

  • nelle sale di attesa dei dipartimenti d'emergenza;
  • presso l’accettazione;
  • nei reparti di pronto soccorso;
  • nei reparti delle strutture ospedaliere. 

Inoltre, al fine di favorire l’accesso e agevolare l‘eventuale degenza nella struttura di particolari categorie di pazienti, nel rispetto delle regole disposte dalla direzione sanitaria, potranno prestare assistenza non sanitaria nelle aree Covid free anche:

  • un accompagnatore di paziente minore;
  • un accompagnatore di donna in gravidanza anche nella fase di travaglio e nel post-partum;
  • un accompagnatore/caregiver/badante di utente/paziente con definite condizioni cliniche o socio-assistenziali di particolare impegno (esempio: paziente in fine vita, grande anziano, presenza di barriere linguistiche, ecc.), che devono effettuare prestazioni ambulatoriali (incluso il Pronto Soccorso) o destinati a ricoveri (ordinari o a ciclo diurno) e che necessitano di assistenza non sanitaria.  

Quando le necessità di assistenza richiedano una presenza continuativa o prolungata dell'accompagnatore, l'accesso delle categorie di cui sopra può avvenire solo in presenza di green pass.

 

Gli accessi dei visitatori nelle aree covid sono di norma non ammessi.

La direzione sanitaria della struttura adotterà tutte le misure necessarie a prevenire possibili trasmissioni di infezione.

Controllo degli accessi alla struttura

Gli accessi all'Ospedale avvengono secondo le seguenti norme precauzionali:

  • l'accesso è consentito a persone che devono fruire di prestazioni sanitarie o amministrative urgenti o programmate;

  • gli ingressi per gli utenti sono presidiati da personale incaricato di verificare la reale necessità di accedere e le condizioni di salute della persona (temperatura e altre condizioni che controindichino l’ingresso) verificate attraverso termoscanner;

  • il personale incaricato verifica la dotazione di idonea copertura di naso e bocca, in assenza della quale viene fornita una mascherina chirurgica alla persona, che va eventualmente aiutata a indossarla correttamente e fa eseguire l’igiene delle mani, con gel alcolico.

L’accesso non è consentito agli accompagnatori, eccezion fatta per minori, disabili, utenti fragili, non autosufficienti e persone con difficoltà linguistico-culturali, nel qual caso è consentito l’accesso a un solo accompagnatore.

In presenza di temperatura > 37,5°C o di altre motivazioni che controindichino l’ingresso e/o in assenza di motivazioni valide, deve essere impedito l’accesso alla persona e/o all’eventuale accompagnatore.

L’utente che, in presenza di temperatura corporea > 37,5°C e/o sintomi in atto, deve effettuare prestazioni sanitarie indifferibili, potrà accedere ma con percorso dedicato e modalità di accesso declinate dalla struttura, in modo da non sostare in sala d’aspetto con altre persone.

Mantenimento delle distanze di sicurezza

In tutti gli spazi e i locali della struttura, va assicurata la distanza fra le persone di almeno 1 metro, specie negli spazi comuni, che comprendono: sale d’attesa dei vari servizi/reparti, corridoi, le zone ristoro, i servizi igienici e gli spazi di attesa esterni aperti.

Attività ambulatoriale

Vengono garantite le prestazioni SSN secondo priorità della lista d’attesa, secondo i seguenti orari:

  • dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 19.00;
  •  il sabato dalle 8.00 alle 13.00.

Le attività in solvenza avvengono dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.00.

L’accesso è consentito solo 15 minuti prima dell’orario di prestazione.

Per dettagli e informazioni invitiamo a contattare l’area di proprio interesse ai seguenti recapiti: 

Punto prelievi

È possibile accedere al Punto Prelievi da lunedì a venerdì, dalle ore 7.30 alle 9.30, solamente su prenotazione al numero 02 83468966  attivo da lunedì a sabato, dalle ore 12.00 alle 19.00.

Ritiro referti

I referti di laboratorio sono resi disponibili per via telematica tramite il Fascicolo Sanitario elettronico; qualora non accessibili online, su espressa richiesta e autorizzazione dell’interessato, potranno essere inviati all’indirizzo da lui indicato. 

È possibile procedere al ritiro anche agli sportelli nelle seguenti modalità:

  • referti di laboratorio (viale Teodorico 25): dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 19.00 e il sabato dalle 7.30 alle 13.00;
  • altri referti (via Faravelli 16): dal lunedì alle domenica, dalle 6.30 alle 20.00.

Odontoiatria

Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 18.00.

Ricovero

Nel rispetto delle indicazioni regionali, vengono eseguiti i ricoveri che rientrano nelle classi di priorità A e B (PNLA) a seguito di valutazione medica.

  • Classe di priorità A: ricovero entro 30 giorni per i casi clinici che presentano intenso dolore, o gravi disfunzioni, o grave disabilità, ma che non manifestano la tendenza ad aggravarsi rapidamente al punto di diventare emergenti né possono, per l’attesa, ricevere grave pregiudizio alla prognosi.

  • Classe di priorità B: ricovero entro 60 giorni per i casi clinici che presentano intenso dolore, o gravi disfunzioni, o grave disabilità, ma che non manifestano la tendenza ad aggravarsi rapidamente al punto di diventare emergenti né possono, per l’attesa, ricevere grave pregiudizio alla prognosi.

I pazienti con indicazione al ricovero per terapia o trattamento chirurgico/procedura invasiva dovranno eseguire un tampone naso-faringeo per COVID entro 48-72 ore dal ricovero secondo le modalità indicate dal personale.

Accesso ai visitatori

Si mantiene l’obbligo di divieto di accesso ai visitatori esterni per i pazienti ricoverati.

Gli accompagnati sono ammessi solo in caso di pazienti non autosufficienti.

 

Per gli aggiornamenti in tempo reale sull’Infezione COVID-19 in Lombardia, visitate il portale online di Regione Lombardia.